mercoledì 21 ottobre 2020

Bank of England per finanziare temporaneamente le spese del governo britannico

Una donna che indossa una maschera protettiva attraversa la strada di fronte alla Bank of England in quella che normalmente sarebbe l’ora di punta del mattino a la città di Londra a marzo 17 th, 2020. Il distretto finanziario del Regno Unito è insolitamente silenzioso dopo che il governo ha chiesto alla gente di astenersi da tutti i viaggi e le attività tranne ieri.

Jonathan Perugia

La Bank of England (BoE) ha concordato temporaneamente di finanziare i prestiti del governo in risposta a COVID – 19 se i fondi non possono essere immediatamente raccolti dai mercati del debito, ripristinando una misura utilizzata per l’ultima volta in misura considerevole durante il 2008 crisi finanziaria.

Il governo britannico in genere prende in prestito denaro direttamente dai mercati attraverso l’emissione di obbligazioni, e questa settimana i mercati finanziari hanno mostrato un forte appetito a finanziare più di 10 miliardi di sterline ($ 12. 4 miliardi) di titoli di stato, alcuni con rendimenti da record.

Ma i mercati sono stati molto più mossi il mese scorso – prima che la BoE affermasse che avrebbe acquistato 200 miliardi di sterline di attività, principalmente obbligazioni – e l’annuncio di giovedì offre la possibilità alla BoE di finanziare direttamente il governo.

“Come misura temporanea, ciò fornirà una fonte a breve termine di liquidità aggiuntiva al governo, se necessario, per lisciare i suoi flussi di cassa e sostenere il regolare funzionamento dei mercati, attraverso il periodo di turbamento da Covid – 19 “, ha affermato la BoE in una dichiarazione congiunta con il ministero delle finanze.

Il governo e la BoE hanno affermato che qualsiasi prestito dalla struttura Ways and Means – in effetti lo scoperto del governo con la BoE – sarà rimborsato entro la fine dell’anno.

“Il governo continuerà a utilizzare i mercati come fonte primaria di finanziamento e la sua risposta a Covid – 19 sarà interamente finanziato da ulteriori prestiti attraverso le normali operazioni di gestione del debito “, ha affermato la nota.

La struttura ha attualmente un prestito di 400 milioni di sterline e l’utilizzo precedentemente ha raggiunto il picco di
. 9 miliardi di sterline in 2008.

Il governatore della BoE Andrew Bailey ha precedentemente affermato che la BoE non si impegnerebbe nel “finanziamento monetario” – il finanziamento permanente della spesa pubblica, collegato all’iperinflazione nella prima guerra mondiale in Germania e altro recentemente nello Zimbabwe.

Ma Bailey ha difeso l’attuale allentamento quantitativo della BoE come mezzo per mantenere l’inflazione sull’obiettivo e ha detto che le azioni volte a garantire il regolare funzionamento del mercato rientravano nell’ambito di competenza della BoE.

L’Ufficio di gestione del debito del Regno Unito pubblicherà i piani di emissione del debito aggiornati ad aprile 23.

Articolo originale di CNBC