martedì 19 ottobre 2021

I videogiochi sono diventati troppo ambiziosi?

L’ultima generazione di console è stata contrassegnata da una spinta verso giochi sempre più “grandi”. Mondi più grandi, sistemi più complessi, arene multiplayer più grandi e, naturalmente, una grafica sempre migliore. Ma gli eventi recenti hanno dimostrato che c’è un punto di rendimenti decrescenti quando si amplia la portata dello sviluppo. Abbiamo già superato quel punto?

La debacle intorno al lancio diè un momento di svolta per chi guarda lo spazio di gioco AAA. Ecco un titolo anticipato da quasi un decennio, che proveniva da uno degli sviluppatori ed editori più rispettati, che comunque è riuscito ad avere grossi problemi al lancio, anche secondo le persone che lo hanno realizzato.

Man mano che la versione viene ulteriormente decostruita e analizzata, stiamo riscontrando sempre più degli stessi vecchi problemi: problemi tecnici e di garanzia della qualità, mosse incentrate sul profitto dannose ai clienti che acquistano il gioco e ai fallimenti gestionali che creano enormi problemi alla manodopera che realizza il gioco stesso.

Sviluppatori e gli editori sono alla disperata ricerca di giochi che rompano gli schemi, tecnicamente se non altrimenti. Sarebbe sbagliato affermare che il gioco come mezzo stia ristagnando, ma la direzione verso la quale sta procedendo – almeno tra i tipi di giochi AAA che compongono i titoli dei giornali – è insostenibile. È qualcosa con cui dovrà fare i conti, sia da chi crea giochi che da chi li gioca.

Più grande, più forte, più veloce Quando ho scritto questo articolo, ricordo i progressi dei giochi della mia infanzia nell’età adulta. Solo per darti una rubrica, il primo gioco che ricordo di aver giocato con una certa chiarezza è statoera presente quandorilasciato un po ‘meno di 10 anni fa. Vero, non potresti crearegira su una PS3, e anche se potessi, non sarebbe così grande o graficamente rivoluzionario. Ma il mondo aperto, il combattimento, la narrazione, gli elementi dei giochi di ruolo? Sì, tutte quelle parti essenziali del gioco avrebbero potuto essere realizzate due generazioni fa.

Allora, cosa è cambiato in termini di game design nell’ultimo decennio? Non molto, se stai guardando solo editori AAA. I giochi sono più grandi e più belli e c’è una dipendenza molto maggiore da DLC e microtransazioni. I gusti dei giocatori hanno influenzato le tendenze, come fanno sempre:ehanno lasciato segni indelebili sulla struttura dei giochi popolari. Ma la struttura progressiva di base, l’appello al giocatore per l’acquisto di un nuovo gioco, è la stessa. I nuovi giochi saranno più grandi e complessi.

Questo è rimasto vero per il lancio di PS5 e Xbox Series X. Microsoft, Sony e tutti i loro partner sviluppatori si affidano all’abilità tecnica, cose come unità SSD superveloci ed effetti di illuminazione con ray tracing. Si tratta di una tecnologia interessante, ma non stanno cambiando, o addirittura progredendo, il modo in cui vengono realizzati i giochi, come lo erano i titoli rivoluzionari su PS2 e Xbox all’inizio del secolo. Tutto ciò che sembra fare è rendere lo sviluppo più lungo e più costoso, inseguendo un pubblico di giocatori che sta raggiungendo un punto di saturazione.

Questo é un problema. Ed è un problema in molti modi diversi.

I giochi sono costosi da realizzare costa per lo sviluppo, ma la precedente opera magnum open world di Rockstar,sarebbe costato più di $ 170 milioni, quasi quanto il suo 2012 film omonimo.

Queste sono cifre sbalorditive, che coinvolgono squadre di centinaia di persone, migliaia, nel momento in cui tu includere tutti, dall’editore al sistema di distribuzione. È facile capire perché il costo dei giochi AAA continua a salire. È perché i giochi continuano a fare sempre più soldi, una stima di $ 180 miliardi (con una B) in tutto il settore in 2020, rendendolo di gran lunga il mezzo di intrattenimento più redditizio, più grande dei film, più grande degli sport dal vivo. L’adagio “devi spendere soldi per fare soldi” sembrerebbe essere in vigore.

E i giochi, come i film, sono venduti su larga scala. Daaain cambio. In quanto enormi progetti tecno-industriali, i giochi richiedono un’incredibile quantità di tempo e organizzazione per essere realizzati. Parte della dura reazione controè che presumibilmente ci sono voluti otto anni per completare, e beh, chiaramente non è ancora completo.

Quella cifra potrebbe non essere del tutto corretta. CD Projekt Red non è stato in grado di concentrarsi completamente sufino al terminenon è iniziato sul serio fino a quando 2016. Ma il fatto che abbiamo sentito parlare di questo fantastico nuovo gioco per la parte migliore di un decennio illustra il tipo di investimento di tempo che queste cose richiedono molto di più rispetto, ad esempio, allo sviluppo prolungato e pasticciato di

Questo elemento temporale è anche il motivo per cui vediamo meno nuove proprietà nei giochi AAA, perché otteniamo un nuovoepiù o meno ogni anno. Motori, risorse artistiche e design di gioco di base quasiesono tutti esempi di giochi che spingono la complessità sia nella fedeltà visiva che nella struttura del mondo sottostante. E non per niente, ma sono entrambi giochi che hanno richiesto anni e anni per essere realizzati, anche basandosi sui motori di gioco esistenti dei loro sviluppatori e altri strumenti.

Ma questa spinta verso giochi più sorprendenti raggiunge un limite, ed è il editore. Ad un certo punto, devi pagare il pifferaio … gli azionisti. I giochi che chiaramente sono usciti per raggiungere un programma piuttosto che il loro effettivo completamento sono stati alcuni dei più pasticciati, come il già citatoa quella lista. Anche i fan di lunga dataammetteranno che si tratta di un cinico tentativo di fare una nuova uscita di successo con gli avanzi bit e pezzi di(e il suo ruolo da protagonista) all’E3. Microsoft Ma più di questo, stiamo raggiungendo il punto in cui praticamente ogni nuovo gioco deve promettere una rivoluzione completa, nel suo genere se non per i giochi come mezzo. Ecco comeè stato venduto: un mondo vivo e che respira come non hai mai visto prima. Ad essere sinceri, questo è bupkis. È un gioco open world estremamente carino (quando funziona!) Con- combattimenti e personaggi influenzati progressione. Come un ascensore, funziona bene … ma è deludente nel contesto del “gioco chegli sviluppatori hanno trascorso gli ultimi otto anni. ”

Come giocatore, sai che è improbabile che i nuovi titoli cambino il industria a un livello più profondo, il modo in cuioha fatto decenni fa. L’innovazione di oggi consiste nel prendere elementi esistenti e usarli in modi nuovi: il combattimento sparatutto di base espanso in arene multiplayer come Battle Royale, o concentrandosi su intense sfide tecniche in anime simili. Fino a quando la realtà virtuale non inizierà ad essere ampiamente adottata (se mai lo sarà), assisteremo a una leggera evoluzione, non a un nuovo cambio di paradigma ogni anno o due.

Ma gli sviluppatori non possono uscire allo scoperto e dirlo. Anche se rilasciano il tredicesimogioco, devono promettere un’incredibile innovazione con ogni nuovo titolo. Il marketing mira a un livello crescente di eccitazione che semplicemente non può essere fornito con un mondo più grande o una grafica migliore.

Non fraintendetemi, i giochi vanno ancora bene! Ma l’idea che ogni grande editore possa infrangere le aspettative ogni anno è ridicola. Immagina se Ford provasse a dirti che ogni nuova F – 150 potrei andare 30 miglia più veloci e haul 10 tonnellate in più rispetto all’ultimo modello, ogni anno. È una ridicola elevazione delle aspettative, eppure è qui che siamo con i giochi AAA. Coloro che ci credono non possono essere biasimati per aver ascoltato l’hype … ma questo significa solo che rimangono delusi quando la realtà ritorna.

In controtendenza Cosa si deve fare riguardo a questo paradosso di Zenone aumento della produzione di giochi? A meno che tu non sia un amministratore delegato di un editore o uno sviluppatore esecutivo, non molto. Gestire le aspettative è una lezione che dovranno imparare da soli, si spera che nel frattempo non facciano cadere a terra i propri dipendenti.

Come giocatore, hai il potere di gestire le tue aspettative. Comprendi che la macchina pubblicitaria cerca disperatamente di farti credere che un gioco cambierà l’industria, forse anche il modo in cui pensi ai giochi stessi. Non succederà quasi mai in un solo titolo.

Ma c’è speranza in tutto questo destino e tristezza, e tu non Non devo aspettare che scoppi una bolla dell’industria dei videogiochi per vederla. Gli sviluppatori indipendenti hanno realizzato nuovi titoli brillanti su una frazione del budget dei giochi che vedi pubblicizzati nelle trasmissioni NFL.

Ade, un titolo relativamente semplice che tuttavia presenta un grande combattimento e una narrazione ispirata mentre si gioca con l’aspettativa di base della morte del giocatore, è stato ampiamente considerato il 2020 gioco dell’anno. è riuscito a cambiare il modo in cui pensiamo di interpretare il ruolo di un personaggio, con una presentazione tecnica che dura da decenni fuori dal contatto con lo zeitgeist (e il valore di molti romanzi di scrittura). Diamine,è un titolo mobile incredibilmente semplice che è diventato brevemente il gioco più grande del mondo (a meno andando dalle notizie di tecnologia) durante la pandemia.

Questa aspettativa realistica di scopo non è esclusiva degli sviluppatori indipendenti. Direi che tra i tre grandi giocatori di console, Nintendo sta facendo un lavoro fantastico nella gestione delle sue risorse, concentrandosi sulla creazione di giochi completi che siano alla portata dell’hardware di Switch. È fondamentalmente uno smartphone con steroidi, ma ciò non ha impedito alla sua libreria di contenere alcuni dei migliori nuovi giochi degli ultimi anni.

Quindi, se sei stanco degli editori di giochi che ti promettono la luna, poi leggendo di come hanno dovuto lavorare i loro dipendenti fino all’osso prima di non riuscire a consegnare, ricorda che hai delle opzioni. Puoi cercare giochi più piccoli e più soddisfacenti da giocare, sapendo che non ci saranno grandi balzi in avanti come nelle generazioni passate. E va bene così. L’acquisto di questi giochi di portata ridotta da team più piccoli è un ottimo modo per aiutare l’industria a crescere oltre il mondo dei mega-editori

Per inciso, l’aumento dei servizi di abbonamento ai giochi come Xbox Game Pass potrebbe aiutare molto questi studi più piccoli. Ottenere una fetta della torta dagli abbonamenti, invece di inseguire enormi vendite il giorno del lancio, potrebbe aiutare ad arginare l’ondata di portata di sviluppo sempre crescente. Alcuni dei migliori giochi nella libreria (attuale), comee Subnautica , provengono da piccoli editori e sviluppatori indipendenti. È lo stesso ampliamento del mercato in nicchie più interessanti che sta accadendo con i servizi di streaming TV.

Alla fine, forse molto presto, noi andrà a sbattere contro un muro in termini di portata, budget e tecnologia dei videogiochi. È praticamente compito dell’industria dei videogiochi gonfiare le tue aspettative, fino e oltre quel muro. Sappi che non devi prendere l’aria calda se non vuoi.