mercoledì 27 ottobre 2021

In attesa dall’UE il lascia passare per gli incentivi “Esonero Giovani” e “Incentivo Donne al 100%”

In attesa del lascia passare dell’Unione Europa per rendere realtà gli incentivi per i nuovi assunti  “Esonero Giovani” e “Incentivo Donna 100%”

Con la crisi causata dal Covid sono aumentate le agevolazioni contributive a fondo perduto per rilanciare l‘occupazione nel settore privato: per contrastare l’impatto economico della pandemia sono stati infatti proposti numerosi incentivi per le assunzioni . Nonostante il 2020 abbia visto un rallentamento rispetto all’anno precedente degli incentivi convenzionali (esclusa la trasformazione dei rapporti di apprendistato), se consideriamo anche  le nuove agevolazioni si arriva ad un incremento del 20% per le assunzioni agevolate e del 62% per le variazioni contrattuali (ossia le stabilizzazioni). Il  Decreto Agosto (DL n.104/2020) ha sicuramente fatto da traino per questa crescita.

A sottolinearlo, il nuovo focus INPS sulle agevolazioni contributive con dati dal 2019 ad oggi. Dal focus si evince che la frequenza delle assunzioni agevolate raddoppia rispetto al totale dei rapporti attivati ​​(+16% nel 2020 vs + 9% nel 2019).

Grazie  all’incentivo “Decontribuzione Sud”, il dato subisce un forte innalzamento giungendo a +221,5% sul 2020 e +112,6% sul 2019. Rispetto al primo semestre 2020 sono in aumento, ma in diminuzione rispetto al periodo pre-pandemia, i rapporti instaurati con il contratto di formazione (+ 25%) e con “Incentivo Donne” (+18%). In calo anche l’ incentivo “Esonero Giovani” (-64,6% rispetto al 2020 e -76,4% rispetto al 2019), in attesa dell’approvazione della Commissione Europea. Dall’UE infatti siamo in attesa di capire se sarà possibile attuare l’aumento al 100% dello sgravio per e le misure “Esonero Giovani” e “Incentivo Donna “, come disposto dalla Legge di Bilancio 2021 (L. 178/2020).

Il settore che offre i maggiori incentivi è il commercio all’ingrosso e al dettaglio, nonché i servizi di riparazione, trasporto e deposito di auto e moto, alloggio e recupero. L’incentivazione all’assunzione delle donne si riferisce principalmente ai settori legati alle attività professionali, scientifiche e tecniche, ai servizi amministrativi e di supporto. La più alta percentuale di donne è registrata nella pubblica amministrazione, previdenza sociale obbligatoria, istruzione, assistenza sanitaria e sociale. In termini di apprendistato professionale e incentivi Decontribuzione Sud, la metà dei rapporti di lavoro sono instaurati da imprese con meno di 15 dipendenti.  Mentre l’incentivo Esonero Giovani è scelto da imprese con più di 100 dipendenti.