venerdì 27 novembre 2020

Nuovi incentivi per i giovani nelle attività agricole

Buone notizie per quei giovani che intendono cimentarsi con una nuova avventura nel settore agricolo.

Secondo la circolare INPS, n. 72 del 9 giugno 2020, che fornisce indicazioni per l’utilizzo della nuova esenzione fiscale, i giovani potrenanno non possono versare contributi INPS per 24 mesi, anche se garantiti a fini pensionistici.. L’obiettivo della misura sarebbe quello di promuovere forme di imprenditorialità nel settore agricolo. Questo è un vantaggio stabilito dalla legge di bilancio per il 2020, pari al 100% per le nuove registrazioni nel sistema pensionistico agricolo.

Cioè quelli effettuati tra il 1 ° gennaio e il 31 dicembre 2020 da agricoltori diretti e imprenditori agricoli professionisti di età inferiore ai 40 anni. In particolare, il vantaggio consiste nell’esenzione del 100%, per un periodo massimo di 24 mesi di attività, del pagamento dei contributi. Per quest’ultimo ci riferiamo al contributo della quota per invalidità, vecchiaia, superstiti e al contributo aggiuntivo di cui alla Legge n. nord. 160/1975.

Le regole di ammissione

Cerchiamo di capire oltre a quale sia questo incentivo per i giovani che andranno a lavorare nel settore agricolo, come utilizzarlo.

Per l’ammissione a beneficio, gli agricoltori diretti e gli imprenditori agricoli professionisti devono aver rapidamente presentato la comunicazione per avviare un’attività autonoma in agricoltura. Questo, utilizzando il servizio online ComUnica, preparato per questo scopo. La domanda di ammissione deve essere presentata entro 120 giorni dalla comunicazione dell’avvio dell’attività, pena l’inammissibilità. Per le attività iniziate il 1 ° gennaio 2020, la scadenza scade il 29 luglio 2020. La domanda di ammissione alla prestazione può essere presentata elettronicamente, accedendo al Cassetto di previdenza sociale per gli agricoltori autonomi, nella sezione “Comunicazione a due vie ” Quindi, passiamo alla formulazione: “invia comunicazione”, usando il modello elettronico “esenzione di nuovi CD e IAP contributivi per l’anno 2020 (CD / IAP2020)”. Si prega di notare che le domande presentate su carta non saranno prese in considerazione.