Entra in contatto con noi

Mercati americani

Perché gli investitori di Curaleaf sono stati licenziati venerdì

Pubblicato

il


Cosa è successo

Curaleaf (RICCIOLO 10,00%) i possessori hanno ricevuto un bel regalo dal loro investimento l’ultimo giorno di negoziazione prima di Natale: un aumento del prezzo delle azioni a due cifre. Grazie all’ultimo sforzo sul fronte legislativo, le azioni di marijuana come Curaleaf sono andate piuttosto bene quel giorno, con il prezzo delle azioni dell’operatore multistatale (MSO) che è salito del 10% in più.

E allora

Vari media hanno riferito che un gruppo di legislatori ha esercitato pressioni direttamente sul presidente Biden in un altro tentativo di andare avanti con gli Stati Uniti marijuana riforma.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Ventinove senatori e rappresentanti hanno inviato una lettera al presidente specificando una serie di motivi per cui il farmaco dovrebbe essere riprogrammato, una mossa che lo renderebbe de facto legale a livello federale. I firmatari includevano i senatori Elizabeth Warren e Cory Booker, oltre ai rappresentanti Katie Porter e Matt Gaetz.

Questo gruppo di legislatori piuttosto eclettico e bipartisan ha scritto senza mezzi termini che “è tempo di deprogrammare la marijuana”.

Secondo loro, la droga “non appartiene alla Tabella I del Controlled Substances Act, una classificazione destinata a sostanze eccezionalmente pericolose con un alto potenziale di abuso e nessun uso medico. La decisione di programmare la marijuana era radicata nello stigma piuttosto che in una prova- basato sul processo, ed è tempo di rimediare completamente a questo errore”.

Advertisement

Ora cosa

Non è certo una coincidenza che questo appello arrivi sulla scia del fallimento del Legge sulla sicurezza bancaria da inserire nell’ultimo disegno di legge di spesa del governo federale. Questo atto legislativo, considerato un passo cruciale verso una più ampia riforma dell’erba, è stato lasciato fuori dal disegno di legge nonostante gli sforzi concentrati di alcuni di quegli stessi politici per includerlo.

Sebbene questa rinnovata spinta sia incoraggiante, sembra ancora che l’attuale Congresso degli Stati Uniti abbia mancato la possibilità di far firmare una legislazione significativa sulla riforma dell’erba. Ma si può sempre sperare, e forse questo potrebbe tradursi in una vittoria dell’ultimo minuto per i sostenitori della marijuana, per non parlare delle aziende del settore come Curaleaf.

Eric Volkmann non detiene alcuna posizione in nessuno dei titoli citati. The Motley Fool non ha alcuna posizione in nessuno dei titoli menzionati. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione.

Advertisement
Advertisement

Trending