sabato 25 settembre 2021

Speciale Green Pass in alberghi e ristoranti

Cosa Accede negli alberghi e nei ristoranti italiani, quando il Green Pass è obbligatorio? ecco le domande dei vacanzieri che hanno bisogno di chiarezza per vivere bene questo agosto 2021:

Green Pass in albergo

  • Nessun obbligo di Green Pass previsto dal decreto 105/2021 per l’accesso a ristoranti e bar al chiuso, interni a strutture ricettive, se il servizio è riservato ai clienti che vi soggiornano.
  • Gli alberghi devono richiedere il Green Pass per al tavolo al chiuso di bar e ristoranti interni se il servizio è aperto anche al pubblico esterno: in questo caso, devono chiedere il pass a tutti.
  • E’ sempre obbligatoria la Certificazione Verde, anche all’intero degli alberghi, per piscine e palestre al chiuso e centri benessere.
  • Per soggiornare in albergo non è richiesto pass

invece il decreto 105/2021 prevede l’obbligo di Green Pass in tutti i casi per piscine e palestre al chiuso, anche se l’ingresso è limitato ai clienti di un albergo.

Green Pass in ristorante e al bar

L’obbligo di Green Pass per bar e ristoranti al chiuso non riguarda invece quelli situati  negli alberghi ma soltanto nel caso in cui vi entrino solo i clienti che soggiornano nella struttura. Se aperti al pubblico, bisogna chiedere il green pass per i tavoli al chiuso, sia ai clienti che vengono da fuori, sia a coloro che soggiornano nell’albergo. Lo ha chiarito il governo nell’ultimo decreto Covid, approvato in CdM il 5 agosto.

Bernabò Bocca presidente di Federalberghi afferma: «possiamo  rassicurare i nostri ospiti sulla possibilità di usufruire normalmente dei servizi di food and beverage presso le strutture turistico ricettive, sia per la prima colazione sia per l’accesso al ristorante e al bar». Fra l’altro, sottolinea Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione italiana Confindustria Alberghi, «la ristorazione per gli alloggiati è sempre rimasta operativa anche durante le fasi più critiche e drammatiche della pandemia, e l’applicazione delle norme di distanziamento, capienza degli spazi e di servizio, ha permesso lo svolgimento in piena sicurezza».