giovedì 26 maggio 2022

Goldman Sachs sta riducendo la sua attività SPAC tra la repressione normativa e le turbolenze del mercato

Goldman Sachs sta ridimensionando la sua attività negli SPAC, un tempo roventi, quando gli accordi con assegni in bianco sono stati coinvolti in un doppio smacco di una repressione normativa e un contesto di mercato difficile.

“Stiamo riducendo il nostro coinvolgimento nel business SPAC in risposta al mutato contesto normativo”, ha detto alla CNBC Maeve DuVally, portavoce di Goldman.

Bloomberg News ha riportato per la prima volta le mosse di Goldman lunedì. L’outlet ha riferito che l’azienda sta terminando il suo coinvolgimento con alcuni sponsor, mentre sospende la nuova emissione, citando persone che hanno familiarità con la questione.

La Securities and Exchange Commission a marzo ha introdotto una serie di nuove regole per SPAC che segnerebbero uno dei più ampi tentativi fino ad oggi di reprimere le società di assegni in bianco. Le norme proposte modificherebbero le regole del porto sicuro e lascerebbero gli SPAC aperti a cause legali degli investitori per previsioni commerciali eccessivamente rosee.

La cosiddetta protezione del porto sicuro consente ad alcune società di assegni in bianco di fare progressi rialzisti -guardando le dichiarazioni sulle aziende con cui intendono fondersi.

“Parte dell’attrattiva per il mercato SPAC e ciò che differenzia le SPAC dalle IPO è la protezione dell’approdo sicuro”, ha affermato Perrie Weiner , partner di Baker McKenzie LLP.

“Di solito non vieni quotato in borsa con un’operazione di fusione e acquisizione de-SPAC se sei una società che esiste da molto tempo con un lungo track record di guadagni Di solito è un’azienda più giovane che non ha lo stesso track record ma ha molte promesse per il futuro”, ha detto Weiner. “La SEC sta cercando di ridurlo. Dal punto di vista di un assicuratore, i big saranno un po’ più preoccupati per la protezione dai ribassi per evitare la responsabilità.”

Nel frattempo, gli SPAC, che sono spesso titoli speculativi con scarsi guadagni, sono stati schiacciati quest’anno di fronte all’aumento dei tassi e all’elevata volatilità del mercato. L’indice proprietario CNBC SPAC Post Deal, che è composto da SPAC che hanno completato le loro fusioni e reso pubbliche le loro società target, è crollato di oltre il % da inizio anno .

Le SPAC, o società di acquisizione per scopi speciali, raccolgono capitali in un’offerta pubblica iniziale e utilizzano il denaro per fondersi con una società privata e renderla pubblica, di solito entro due anni.

Dopo un anno di esplosione di emissione in 2021, ora ci sono più di 600 SPAC alla ricerca di un obiettivo di acquisizione, secondo SPAC Research. Quando il contesto di mercato è diventato difficile, alcuni accordi annunciati hanno smesso di funzionare. Molti sponsor sono stati costretti ad abbandonare le offerte proposte, a volte anche prima che le SPAC fossero elencate.


Fonte: CNBC