sabato 18 settembre 2021

Il lavoro causa di dolori per i movimenti ripetitivi

Azioni ripetevi che si svolgono a lavoro possono essere la causa di dolori ai tendini, ai muscoli e alle ossa. I tendini se si svolgono specifiche attività sono poi quelli più delicati e più a rischio e possono essere colpiti da varie patologie chiamate tendiniti e tendinopatie.

Per tendinopatia sovraspinata, in particolare, si intende un processo degenerativo cronico che interessa il tendine sovraspinato o la cuffia dei rotatori superiori. Questo tendine svolge un ruolo fondamentale nel movimento e nella stabilità della spalla ed è coinvolto in oltre il 95% dei problemi della cuffia dei rotatori.

I sintomi avvertiti dal paziente sono dolore a riposo e notturno, sintomi derivanti dalle normali attività quotidiane come vestirsi, spazzolarsi e asciugarsi i capelli, dolore associato alla mancanza di forza anche quando si sollevano oggetti pesanti, come una bottiglia d’acqua.

Non solo gli atleti si ammalano, questa malattia, infatti, può essere causata da una postura scorretta o da attività lavorative che richiedono un uso costante dell’articolazione.
La “tendinopatia del sovraspinato” è la conseguenza di movimenti ripetitivi della spalla, che provocano un sovraccarico biomeccanico sempre nello stesso punto di inserzione del tendine, fino al suo distacco o rottura completa. Solitamente i lavoratori più interessati sono il pittore, il fornaio, il marmorizzatore, il parrucchiere, il chirurgo, ma con la recente ascesa dello smart home work sono emerse patologie tendinee degenerative legate al lavoro ergonomico, come l’utilizzo del tavolo della cucina come postazione di lavoro piuttosto rispetto a un posto di lavoro soprattutto alla scrivania.

Per stabilire la natura della tendinopatia è sempre di fondamentale importanza la valutazione clinica di un ortopedico in grado di eseguire specifiche manovre ed esami diagnostici. La finalizzazione della diagnosi viene effettuata mediante ecografia, radiografie tradizionali e risonanza magnetica.
Il trattamento dipende dal danno al tendine.

Un’innovativa opzione terapeutica per il trattamento della tendinopatia del sovraspinato è l’utilizzo di membrane in collagene impiantabili mediante la tecnica artroscopica (Regeneten). L’uso di queste membrane ha mostrato un significativo sollievo dal dolore e un ripristino biomeccanico dell’arto.